Higuain non perdona, Buffon cala la sacinesca. Anche Mandzukic sbaglia e Dybala non brilla, la Juve merita. Bene Marchisio

 di Giovanni Albanese Twitter:   articolo letto 15228 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Higuain non perdona, Buffon cala la sacinesca. Anche Mandzukic sbaglia e Dybala non brilla, la Juve merita. Bene Marchisio

Buffon 6,5 – Quando compie una parata straordinaria sul tiro di Pisacane dimostra di essere il portiere più forte in assoluto. Se a Higuain basta un pallone per far gol, a lui basta una parata per accompagnare la Juve alla vittoria senza difficoltà.

Lichtsteiner 6 – Lascia partire dalla destra cross velenosi al centro dell’area. Soffre sul finale dopo uno scontro di gioco, in avvio un’ammonizione eccessiva per lui.

Bonucci 6,5 – Solita partita di grande sicurezza per Bonny, che non sbaglia un colpo e imposta come da manuale.

Chiellini 6 – In avvio se la vede con l’irruenza del giovane Barella, che lo costringe anche a un intervento falloso al limite dell’area. Un risentimento muscolare lo costringe ad alzare bandiera bianca. Dal 18’ Rugani 6,5 – La serenità con quale entra in campo e chiude sempre con grande attenzione dimostra la sua maturazione avvenuta negli ultimi mesi.

Alex Sandro 6,5 – E’ il padrone della corsia sinistra, con Isla che viene puntualmente superato. Rispetto a inizio stagione, è migliorato tantissimo in fase di copertura.

Khedira 6 – Partita di grande intelligenza tattica. Accanto a Marchisio non rischia nulla, mettendosi sempre a disposizione del compagno. Quando entra Pjanic, torna a fare quello che nelle ultime gare ha trasformato positivamente il centrocampo della Juventus.

Marchisio 6,5 – L’assist per la prima rete di Higuain merita mezzo voto in più. Dimostra di poter giocare tranquillamente anche nel 4-2-3-1, trovando quasi sempre le giuste geometrie per contenere gli avversari e accendere la fase offensiva. Dal 67’ Pjanic 6 – Come col Crotone, entra in campo e si cala subito nella partita. Non era scontato.

Cuadrado 6 – In un paio di occasioni appare fin troppo egoista, volendo cercare a tutti i costi la soluzione personale. Sul finale di primo tempo spara alto, nella ripresa è protagonista del contropiede che porta al raddoppio.

Dybala 6 – Cominciamo dalla fine. Rafael fa un miracolo su di lui sul finale. Fino a lì non è stato il miglior Dybala, spesso in ombra. Sbaglia due punizioni dal limite.

Mandzukic 5,5 – Tanto sacrificio come sempre, ma anche tanti sprechi. Sbaglia in almeno tre occasioni la rete del 3-0 che chiuderebbe definitivamente il match e sul finale si becca ingenuamente un giallo che gli farà saltare il prossimo match con il Palermo.

Higuain 7 – E’ sempre Higuaingol. Due azioni, due gol. Chiunque sia la squadra avversaria di fronte. Una media realizzativa impressionante, che risolve ogni partita. Avere un campione del suo calibro facilita inevitabilmente ogni tipo di match.