Sportitalia - Tante panchine in dubbio

 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 3262 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Sportitalia - Tante panchine in dubbio

Il gioco della sedia, pardon, della panchina è pronto ad iniziare e i partecipanti che ne saranno protagonisti sono nomi importanti del nostro calcio, che potrebbero intrecciare i loro destini anche con destinazioni diverse da quelle nostrane.L'ultimo ad entrare con prepotenza nel club delle panchine ballerine è certamente Maurizio Sarri. La diatriba dialettica con Aurelio De Laurentiis nel post Real Madrid-Napoli ha inevitabilmente lasciato delle scorie nel rapporto tra il patron azzurro e il suo allenatore, tanto è vero che a Napoli temono che la frattura, a fine stagione, possa portare al divorzio. Su Sarri c'è da tempo la Fiorentina, con Corvino che lo avrebbe individuato per come erede di Paulo Sousa.Già, Sousa. Il portoghese sta facendo un buonissimo lavoro a Firenze, piazza sempre esigente, ma anche qui le differenze di vedute tra tecnico e proprietà hanno portato a delle posizioni diverse. In più, in estate, la Viola rischierà di essere presa d'assalto dalle big per i suoi gioielli, in primis Bernardeschi. Venderlo vorrebbe dire ridimensionarsi, Sousa invece vuole vincere e punta in alto e guarda ad una piazza dove ha già vinto da giocatore.Si, il portoghese punta alla Juventus e alla sua panchina qualora Allegri dovesse andare via. La posizione attuale di Max è nebulosa, come nel suo stile, e verrà resa più chiara a fine campionato. Non è un mistero che Allegri ambisca alla premier league, con l'Arsenal che potrebbe eleggerlo quale erede designato di Wenger, ormai arrivato agli sgoccioli.Anche Luciano Spalletti è in una fase nella quale dovrà mettersi a tavolino con la dirigenza della Roma per capire se ci saranno o meno le condizioni per poter vincere nella capitale. Anche lui potrebbe essere un profilo juventus, ma al momento la Roma fa pieno affidamento su di lui.Infine ci sono gli outsider come Mancini e Prandelli, nomi di spicco in attesa di una nuova sistemazione professionale. Anche loro sono pronti a ballare nel gioco della sedia, pardon come detto, della panchina​