VERSIONE MOBILE
 Domenica 31 Agosto 2014
ALTRE NOTIZIE
14 Set 2014 15:00
Serie A TIM 2014-2015
  VS  
Juventus   Udinese
[ Precedenti ]
JUVE A CACCIA DI UN DIFENSORE. SU CHI PUNTARE?
  
  
  
  
  
  
  
  
  

ALTRE NOTIZIE

Julio Tous: Gli invincibili pronti come felini già dal 9 Luglio

22.05.2012 13:10 di Sandro Scarpa  articolo letto 5310 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

Su El Pais di oggi un suggestivo racconto in prima persona di Julio Tous, preparatore atletico della Juve e addetto alla preparazione della forza e della resistenza dei bianconeri.
Tous, nello staff del Barcellona ai tempi di Rijkaard, è un vero teorico delle fibre muscolari. “La forza ringiovanisce, la resistenza invecchia” il suo motto e, in effetti, la Juve di quest’anno, grazie al suo lavoro e a quello di Bertelli e Sassi ha esibito un'impressionante dimostrazione di forza e potenza abbinata ad energia e reattività.

Tous racconta della sua passione per l’Italia del Calcio, che pure gli ha dato parecchie sofferenze giovanili: “Nell’estate del ’82 l’Italia superò il Brasile che era considerato da molti la migliore squadra della storia. Ammirai la determinazione e la sfrontatezza dei vari Tardelli, Gentile e Paolo Rossi in combinazione con l’elegante sobrietà di Scirea, Cabrini e Dino Zoff. Tutti avevano una cosa in comune: la Vecchia Signora. Lo stesso team di due dei miei giocatori preferiti: Platini e Boniek”.

Proprio la Juve lo contatta informalmente tramite Roberto Sassi, con cui Tous aveva collaborato alla Samp. “Vuoi venire alla Juve”, mi disse Sassi, ma risposi “no, grazie, vivo benissimo senza stress” aveva risposto il luminare della preparazione ateltica. Ma dall’Italia “l’unico paese in cui i preparatori atletici vengono valutati secondo curriculum e preparazione” arriva Fabio Paratici che lo convince: “Siamo il club più titolato in Italia, siamo molto entusiasti del suo lavoro e vorremmo sapere quali sono le condizioni di lavoro che potrebbero renderla felice”. Si trattò di un tiro nell’angolino e non potei fare a meno di accettare. Com’è facile quando si sa come trattare un professionista”.

E cosi, per Tous arriva la sfida, la pressione indescrivibile, 8 campioni del mondo, altri 14 anni giocatori internazionali, 25 facce imperscrutabili che analizzano ogni mio gesto. All’inizio i giocatori non capiscono la nuova metodologia di lavoro, sono perplessi anche gli uomini dello staff: nessuna corsetta o stretching ma situazioni improvvise con progressivo aumento della complessità. Scherzando Bertelli fa: “Lo spagnolo è impazzito, qualcuno potrebbe farsi male!”.

I giocatori iniziano le esercitazioni, qualcuno ride, ma si impegnano, si sentono coinvolti, riconoscono negli esercizi la simulazione con quello che avviene in campo. Sono preparati per la prossima sfida: una serie unica di esercizi per ciascun movimento unilaterale tridimensionale (senza resistenze prevedibili o situazioni da bodybuilding del XIX secolo), nessun movimento è lo stesso in ogni ripetizione, senza preavviso che qualcuno o qualcosa può interrompere l'esecuzione. Ciò provoca molte di fluttuazioni che destabilizzano, ma c’è la volonta di accettare gli errori come parte del processo di allenamento della forza.

Il risultato? Mi sembra che nessuno sia sia fatto male. Il Re (Pirlo) e il Principe (Marchisio) hanno dichiarato: "Mi sento più agile e potente in campo, riesco ad anticipare e controllare meglio i miei movimenti e non mi sento così stanco dopo un allenamento o una partita." A scanso di dubbi, è il mito Boniperti a chiarire sempre l’obiettivo: "Per la Juve vincere non è importante, è l’unica cosa che conta. "

Chiosa Tous: "Gli invincibili di Serie A sono loro, i giocatori, e le loro prestazioni sono la vera essenza del calcio, così come gli allenamenti, i moduli e la preparazione delle partite di Mister Conte, la mentalità del gruppo, la forza dello spogliatoio, ma certo è stato importante avere dal 9 luglio in poi atleti pronti e reattivi come felini.”


Altre notizie - Altre notizie
Altre notizie
 

SOTTO LA LENTE - RITROVARE LA JUVE

Adesso le chiacchiere stanno a zero. Idem dicasi per i sogni. Manca pochissimo, questione di ore, e poi sarà il campo a levare la sua voce che non mente e non perdona. E a decretare vincitori e vinti. Tutti noi speriamo che la Juve si riconfermi in Italia e migliori in ...
VecchiaSignora.com
Trofeo TIM 2014 (3)

ESCLUSIVA TJ - IL MISTERO DELLA GATORADE COLOMBIA DIETRO AL FUTURO DI FALCAO

Il futuro di Radamel Falcao ha ancora tinte incerte tra la permanenza al Monaco, il traferimento a Madrid, sponda Real e...

LETTERA DEL TIFOSO GUALTIERO: "CON UMBERTO, GIANNI, BONIPERTI E MOGGI SAREBBE ANDATA DIVERSAMENTE"

Un tempo la Juve era un punto di arrivo per qualsiasi allenatore un orgoglio un onore. Ricordo la commozione la tristezza...

LA JUVE PRIMAVERA NE FA QUATTRO A VARESE

Vince anche la primavera di Fabio Grosso, ecco quanto riporta Juventus.com: "La nuova stagione della Primavera di Grosso...
 
Roma (1) 3
 
Juventus (1) 3
 
Atalanta 0
 
Cagliari 0
 
Cesena 0
 
Empoli 0
 
Genoa 0
 
Hellas Verona 0
 
Inter 0
 
Lazio 0
 
Milan 0
 
Napoli 0
 
Palermo 0
 
Parma 0
 
Sampdoria 0
 
Sassuolo 0
 
Torino 0
 
Udinese 0
 
Chievo Verona (1) 0
 
Fiorentina (1) 0

   Editore: MICRI COMMUNICATION Norme sulla privacy