Giovedì 17 Aprile 2014
ALTRE NOTIZIE
19 Apr 2014 18:30
Serie A TIM 2013-2014
  VS  
Juventus   Bologna
[ Precedenti ]
SORTEGGIO EUROPA LEAGUE: LA JUVENTUS CE LA FARA' CONTRO IL BENFICA?
  
  

Daily Network
© 2014
ALTRE NOTIZIE

Julio Tous: Gli invincibili pronti come felini già dal 9 Luglio

22.05.2012 13:10 di Sandro Scarpa  articolo letto 5162 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

Su El Pais di oggi un suggestivo racconto in prima persona di Julio Tous, preparatore atletico della Juve e addetto alla preparazione della forza e della resistenza dei bianconeri.
Tous, nello staff del Barcellona ai tempi di Rijkaard, è un vero teorico delle fibre muscolari. “La forza ringiovanisce, la resistenza invecchia” il suo motto e, in effetti, la Juve di quest’anno, grazie al suo lavoro e a quello di Bertelli e Sassi ha esibito un'impressionante dimostrazione di forza e potenza abbinata ad energia e reattività.

Tous racconta della sua passione per l’Italia del Calcio, che pure gli ha dato parecchie sofferenze giovanili: “Nell’estate del ’82 l’Italia superò il Brasile che era considerato da molti la migliore squadra della storia. Ammirai la determinazione e la sfrontatezza dei vari Tardelli, Gentile e Paolo Rossi in combinazione con l’elegante sobrietà di Scirea, Cabrini e Dino Zoff. Tutti avevano una cosa in comune: la Vecchia Signora. Lo stesso team di due dei miei giocatori preferiti: Platini e Boniek”.

Proprio la Juve lo contatta informalmente tramite Roberto Sassi, con cui Tous aveva collaborato alla Samp. “Vuoi venire alla Juve”, mi disse Sassi, ma risposi “no, grazie, vivo benissimo senza stress” aveva risposto il luminare della preparazione ateltica. Ma dall’Italia “l’unico paese in cui i preparatori atletici vengono valutati secondo curriculum e preparazione” arriva Fabio Paratici che lo convince: “Siamo il club più titolato in Italia, siamo molto entusiasti del suo lavoro e vorremmo sapere quali sono le condizioni di lavoro che potrebbero renderla felice”. Si trattò di un tiro nell’angolino e non potei fare a meno di accettare. Com’è facile quando si sa come trattare un professionista”.

E cosi, per Tous arriva la sfida, la pressione indescrivibile, 8 campioni del mondo, altri 14 anni giocatori internazionali, 25 facce imperscrutabili che analizzano ogni mio gesto. All’inizio i giocatori non capiscono la nuova metodologia di lavoro, sono perplessi anche gli uomini dello staff: nessuna corsetta o stretching ma situazioni improvvise con progressivo aumento della complessità. Scherzando Bertelli fa: “Lo spagnolo è impazzito, qualcuno potrebbe farsi male!”.

I giocatori iniziano le esercitazioni, qualcuno ride, ma si impegnano, si sentono coinvolti, riconoscono negli esercizi la simulazione con quello che avviene in campo. Sono preparati per la prossima sfida: una serie unica di esercizi per ciascun movimento unilaterale tridimensionale (senza resistenze prevedibili o situazioni da bodybuilding del XIX secolo), nessun movimento è lo stesso in ogni ripetizione, senza preavviso che qualcuno o qualcosa può interrompere l'esecuzione. Ciò provoca molte di fluttuazioni che destabilizzano, ma c’è la volonta di accettare gli errori come parte del processo di allenamento della forza.

Il risultato? Mi sembra che nessuno sia sia fatto male. Il Re (Pirlo) e il Principe (Marchisio) hanno dichiarato: "Mi sento più agile e potente in campo, riesco ad anticipare e controllare meglio i miei movimenti e non mi sento così stanco dopo un allenamento o una partita." A scanso di dubbi, è il mito Boniperti a chiarire sempre l’obiettivo: "Per la Juve vincere non è importante, è l’unica cosa che conta. "

Chiosa Tous: "Gli invincibili di Serie A sono loro, i giocatori, e le loro prestazioni sono la vera essenza del calcio, così come gli allenamenti, i moduli e la preparazione delle partite di Mister Conte, la mentalità del gruppo, la forza dello spogliatoio, ma certo è stato importante avere dal 9 luglio in poi atleti pronti e reattivi come felini.”


Altre notizie - Altre notizie
Altre notizie
 

MOBY DICK - CONTE PENSA AI TROFEI DA ALZARE E ALLA ROSA DA RITOCCARE. GIOVINCO CHIAVE PER CERCI. I GEMELLI DEL GOL GRANATA POTREBBERO CAMBIARE SPONDA DEL PO

Vincere ad Udine, rispondere alla Roma ed accorciare il numero dei giorni che separano la Juventus dalla conquista del trentaduesimo scudetto. In un ipotetico diario di bordo, Antonio Conte deve aver spuntato un bel numero di appunti. Otto punti dalla banda di Garcia non sono poc...
Juventus-Lione 2-1

NAPOLI - JUVE, VOLTIAMO PAGINA

Si poteva sicuramente dare di più  e il risultato parla chiaro e soprattutto parla napoletano. Un Napoli che ci h...

GIOVINCO MAN OF THE MATCH, LLORENTE SEMPRE SUL PEZZO. POGBA INSTANCABILE, CACERES SICUREZZA E LICHTSTEINER TROPPO INGENUO

BUFFON 6 - Attento e sicuro, ma estremamente inoperoso come ormai gli capita da molte partite a questa parte. Fortunato sul p...

LETTERA DEL TIFOSO SIMONE: "PERCHÈ NON RIPRENDIAMO GIAK?"

Cara redazione, ho letto un vostro recente articolo in cui si parla di una possibile cessione di Giaccherini da parte del Sun...

JUVENTUS SOCCER SCHOOLS PRESENTA A SAN PIETROBURGO IL PROGETTO JSS RUSSIA

Il progetto Juventus Soccer Schools sbarca in Russia. Nelle ultime ore c'è stata la presentazione a San Pietroburg...
 
Juventus 87
 
Roma 79
 
Napoli 67
 
Fiorentina 58
 
Inter 53
 
Parma 51
 
Torino 48
 
Milan 48
 
Lazio 48
 
Atalanta 46
 
Hellas Verona 46
 
Sampdoria 41
 
Genoa 39
 
Udinese 38
 
Cagliari 33
 
Chievo Verona 30
 
Bologna 28
 
Livorno 25
 
Sassuolo 25
 
Catania 20

   Editore: MICRI COMMUNICATION Norme sulla privacy