Gazzetta - Il maestro Galeone su Allegri: "E Berlusconi diceva che Max non sa di calcio"

 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 17469 volte
© foto di Federico De Luca
Gazzetta - Il maestro Galeone su Allegri: "E Berlusconi diceva che Max non sa di calcio"

La Gazzetta dello Sport ha intevistato il maestro di Massimiliano Allegri dai tempi del Pescara, Giovanni Galeone: «Tecnicamente, tatticamente, fisicamente. La Juve deve ancora migliorare sotto tutti gli aspetti quando gioca con le più forti. E deve evitare gli errori gratuiti, che contro le grandi d’Europa non può permettersi (....) Perché Allegri è bravo? Perché legge le partite, non è il solito allenatore che ti racconta che la squadra ha vinto perché ci ha messo impegno e grinta. Lui non si lascia prendere dall’entusiasmo nei momenti buoni e questa è la sua forza. Andrà dalla squadra e dirà: dobbiamo migliorare qui e qui. Max sa restare sempre lucido nei giudizi, per questo è più bravo degli altri. E i successi di questo periodo mi rendono molto orgoglioso, soprattutto se penso a Berlusconi che diceva che Max non capiva molto di calcio, invece capisce eccome. Può giocare a tre, a quattro, a cinque, a due e mezzo: gli altri se li fuma. Ma in Europa deve continuare a seguire la rotta della qualità. Contento che rimanga alla Juve? No, perché io tenterei altrove. Dopo un po’ di anni credo che vorrei rimettermi in gioco in un altro ambiente.  Quale squadra vorrei in semifinale per la Juve? Vedo giocare bene il giovane Monaco, e il Real ha sempre i suoi animali da grande gara, quindi direi Atletico, che tanto più di un gol in casa non ti fa e in trasferta più di zero è difficile. Quindi Max non dovrebbe preoccuparsi di una remuntada".